user-avatar
Сегодня Среда
04.08.2021

25.01.2020

5. Altre condizioni di salute possono avere un impatto sull’asma eosinofilico

Автор Dan ↔ Категории: blogКомментарии к записи 5. Altre condizioni di salute possono avere un impatto sull’asma eosinofilico отключены

5. Altre condizioni di salute possono avere un impatto sull’asma eosinofilico

Di Liz Scherer, 12 aprile 2021

Cancer News Digest: gli ultimi sviluppi nella ricerca e nella cura del cancro per febbraio 2021

Il cancro al seno nelle donne supera il cancro ai polmoni come il cancro più comune al mondo, il collegamento tra l’illuminazione esterna di notte e il cancro alla tiroide e più cancro. . .

Di Liz Scherer, 24 febbraio 2021

I vaccini COVID-19 e il cancro: cosa devi sapere

È sicuro? Avrai una reazione? Svilupperai anticorpi se sei immunosoppresso? Abbiamo le risposte.

Di Liz Scherer, 19 febbraio 2021

Cancer News Digest: gli ultimi sviluppi nella ricerca e nella cura del cancro per gennaio 2021

Il caffè può aiutare a prevenire il cancro alla prostata, il rischio cardiaco per gli uomini con cancro al seno e altre notizie sul cancro da gennaio 2021.

Di Liz Scherer, 3 febbraio 2021

Cancer News Digest: gli ultimi sviluppi nella ricerca e nella cura del cancro per dicembre 2020

Guarda e aspetta l’emergere come opzione per alcuni tumori della tiroide, un potenziale nuovo approccio per i pazienti con AML e altre notizie sul cancro da dicembre 2020.. .

Di Shari Roan, 22 gennaio 2021

Il cancro invecchia il cuore, uno studio del CDC scopre

I sopravvissuti al cancro vivono più a lungo che mai, ma affrontano una serie di rischi per la salute, comprese le complicazioni cardiache.

Di Ashley Welch, 21 gennaio 2021

Giorno 2 del Simposio sul cancro al seno di San Antonio: dipendenza da antidolorifici e sedativi più comune del previsto dopo un intervento chirurgico al cancro al seno

Un esame del sangue che può aiutare a prevedere il decorso della malattia; gravidanza post-trattamento; e la dipendenza dai farmaci sono tra i temi caldi di SABCS 2020.

Di Shari Roan, 14 dicembre 2020

Meno cure possono andare bene per alcune donne in postmenopausa con cancro al seno e altre notizie dal Simposio sul cancro al seno di San Antonio 2020

Molti medici trascurano gli effetti collaterali delle radiazioni, Verzenio aiuta a prevenire le ricadute e altro ancora dalla riunione annuale SABCS.

Di Shari Roan, 10 dicembre 2020

Cancer News Digest: gli ultimi sviluppi nella ricerca e nella cura del cancro per novembre 2020

L’esposizione alle radiazioni nelle scansioni può aumentare il rischio di cancro ai testicoli, guardare e aspettare va bene per gli uomini afroamericani e ulteriori notizie sul cancro da. . .

Di Shari Roan, 1 dicembre 2020 «

Nella figura: illustrazione al computer di globuli bianchi eosinofili. Circa il 50% delle persone con asma grave può avere livelli elevati di eosinofili nel sangue. Alamy

Il trattamento dell’asma non è più valido per tutti. Questo perché la ricerca sta scoprendo nuovi sottotipi di asma e trattamenti che possono essere adattati a ciascun tipo specifico. Un sottotipo è l’asma eosinofilico, o asma elettronico, una forma spesso grave di asma caratterizzata da livelli elevati di globuli bianchi chiamati eosinofili.

«L’asma è caratterizzata dall’ostruzione del flusso d’aria e dalla limitazione del flusso d’aria associata all’infiammazione», afferma Michael Wechsler, MD, MMSc, ​​co-direttore del Cohen Family Asthma Institute presso il National Jewish Health di Denver. «C’è un sottogruppo di pazienti asmatici in cui l’infiammazione è causata da eosinofili. «

Dato che stiamo imparando di più su questo specifico sottotipo di asma, è importante che i fatti siano chiari. Ecco cosa sappiamo finora.

1. Gli eosinofili svolgono un ruolo importante nel tuo sistema immunitario.

Gli eosinofili fanno parte del tuo sistema immunitario e possono svolgere un ruolo fondamentale nella difesa del tuo corpo contro le infezioni batteriche, virali, fungine e parassitarie, secondo una ricerca pubblicata nell’aprile 2016 in Clinical Reviews in Allergy and Immunology. Aiutano a promuovere l’infiammazione, la risposta protettiva del tuo corpo a lesioni e infezioni, ma troppe possono causare infiammazione e gonfiore in eccesso. Livelli elevati di eosinofili sono stati associati all’asma e ad altre condizioni, come la dermatite atopica e la leucemia.

2. L’asma eosinofila si sviluppa spesso negli adulti.

Gli individui che sviluppano asma grave in età adulta hanno maggiori probabilità di avere il tipo eosinofilico. La condizione è più comunemente diagnosticata negli adulti dai 35 ai 50 anni, secondo l’American Partnership for Eosinophilic Disorders. «Una grande parte delle persone con asma grave ad esordio nell’età adulta soffre di eosinofilia», afferma il dottor Wechsler, «ma si può avere l’asma eosinofila anche a partire dalla giovane età. «

3. Fino alla metà dei casi di asma grave può essere associata a eosinofili.

La prevalenza esatta dell’asma eosinofila è sconosciuta, ma circa il 50% delle persone con asma grave può avere livelli elevati di eosinofili nel sangue e nei polmoni, secondo il National Heart, Lung e Blood Institute. La tua asma può essere considerata grave se i tuoi sintomi interferiscono con le attività quotidiane, usi frequentemente l’inalatore di salvataggio oi tuoi sintomi non rispondono ai tipici trattamenti per l’asma presi regolarmente e correttamente.

4. Un esame del sangue può aiutare a diagnosticare l’asma eosinofila.

Se hai problemi a controllare i sintomi dell’asma nonostante tu abbia seguito il tuo piano di trattamento, parla con il tuo medico o specialista in asma per fare il test per l’asma eosinofilico. «È molto importante che le persone con asma grave si chiedano: ‘Che tipo di asma ho? Ho gli eosinofili? Qual è il sottotipo di asma? ‘”Dice Wechsler. Nuovi trattamenti rilasciati negli ultimi tre anni possono aiutare con il sottotipo eosinofilo, afferma Wechsler.

Un semplice esame del sangue chiamato conta degli eosinofili può aiutare a diagnosticare l’asma eosinofilico. Il medico può anche raccomandare una conta degli eosinofili nell’espettorato o una biopsia bronchiale per confermare la diagnosi. «Se scopri di avere l’asma eosinofilico, dovresti chiedere al tuo medico di iniziare potenzialmente le terapie eosinofile specifiche», dice Wechsler.

5. Altre condizioni di salute possono avere un impatto sull’asma eosinofila.

Ulteriori test potrebbero anche aiutarti a sentirti meglio. «Nelle persone che soffrono di asma grave con frequenti riacutizzazioni, eseguo un esame approfondito», afferma Wechsler. «Sto cercando di identificare che tipo di asma hanno, ma voglio anche sapere: quali sono le loro comorbidità? Cos’altro sta succedendo con loro riguardo alla loro asma? Hanno una brutta malattia da reflusso? Hanno una brutta malattia del seno? Disfunzione delle corde vocali? » Affrontare altri problemi di salute parallelamente al trattamento dell’asma può aiutarti a sentirti meglio.

6. L’asma eosinofila è associata a polipi nasali.

Le persone con asma eosinofilico possono avere un aumentato rischio di polipi nasali o escrescenze non cancerose all’interno del naso. Uno studio pubblicato nel marzo 2017 su Annals of Allergy, Asthma L’immunologia ha mostrato che più pazienti con polipi nasali avevano asma eosinofila rispetto a un tipo non eosinofilo. Lo studio ha anche scoperto che quelli con asma eosinofilico avevano maggiori probabilità di avere polipi nasali ricorrenti. «È probabile che gli stessi percorsi coinvolti nell’asma eosinofilico siano coinvolti anche nei polipi nasali», afferma Wechsler. harmoniqhealth.com

7. Sono disponibili nuovi farmaci per il trattamento dell’asma eosinofilico.

I trattamenti standard per l’asma includono farmaci per il controllo a lungo termine e farmaci di salvataggio che usi quando i tuoi sintomi divampano. Se questi farmaci non sono sufficienti per controllare l’asma, il medico può prescrivere farmaci più recenti chiamati biologici, che prendono di mira molecole specifiche coinvolte nell’azione degli eosinofili per aiutare a ridurre i livelli di eosinofili e ridurre l’infiammazione. Mepolizumab e reslizumab sono anticorpi contro le molecole di interleuchina 5 (IL-5); benralizumab è un anticorpo contro la catena alfa del recettore IL-5. Questi farmaci vengono somministrati tramite iniezione o infusione presso lo studio del medico. «Questo trattamento non elimina necessariamente gli attacchi o le riacutizzazioni, ma in alcune persone lo fa e in altre le riduce drasticamente», afferma Wechsler.

Parla con il tuo medico del piano di trattamento giusto per te.

Iscriviti alla nostra newsletter su asma e allergie!

Gli ultimi in asma

13 cose che le persone con asma dovrebbero sapere su come ottenere il vaccino COVID-19

Trova qui le risposte alle tue domande principali.

Di Sari Harrar, 30 aprile 2021

Usi un inalatore per l’asma? 11 Domande frequenti sulle linee guida di trattamento aggiornate

Le nuove raccomandazioni nazionali includono alcuni cambiamenti significativi per le persone con asma che usano inalatori. Ecco cosa c’è di nuovo.

Di Sari Harrar, 8 marzo 2021

Lo studio collega un maggiore consumo di carne con un aumento del rischio di asma infantile

Gli esperti dicono che i dati non dovrebbero ancora indurre nessuno a cambiare la propria dieta, ma è una strada promettente per ulteriori ricerche.

Di Carmen Chai, 14 gennaio 2021

Le nuove linee guida per l’asma aggiornano le raccomandazioni per l’uso inalatore, farmaci aggiuntivi e altro

Le nuove linee guida provengono da due gruppi sanitari del governo degli Stati Uniti e sono le prime nuove raccomandazioni dal 2007. Gli esperti dicono che influenzeranno in modo significativo. . .

Di Katherine Lee, 17 dicembre 2020

I medici stanno facendo abbastanza per gestire i rischi ossei per le persone con asma che assumono steroidi?

Un nuovo studio evidenzia la necessità di linee guida più forti per gestire il rischio di osteoporosi e fratture nelle persone con asma che usano inalatori steroidei. . .

Di Don Rauf, 18 novembre 2020

Telemedicina per la cura dell’asma: vantaggi e svantaggi

La telemedicina può rendere gli appuntamenti specialistici frequenti più accessibili e, spesso, più convenienti. Tuttavia, la gestione remota dell’asma rimane un lavoro. . .

Di Abby Ellin, 21 settembre 2020

I bambini con disabilità o ritardi nello sviluppo possono avere un aumentato rischio di asma

È stato scoperto che i bambini con autismo, perdita dell’udito e altre disabilità hanno più del doppio delle probabilità di avere l’asma rispetto agli altri bambini, un nuovo grande studio degli Stati Uniti. . .

Di Lisa Rapaport, 30 giugno 2020

Produttori di salute: rendere più facile la gestione dei sintomi per i bambini con asma

Aluna è un test spirometrico a casa che misura il funzionamento dei polmoni, ma è progettato specificamente per i bambini e include un gioco per tenerli impegnati.

Di Abby Ellin, 28 aprile 2020

Una nuova ricerca suggerisce che l’asma persistente aumenta il rischio di sviluppare la fibrillazione atriale

Sono necessari ulteriori studi per determinare il motivo per cui l’asma può portare a maggiori possibilità di ictus e insufficienza cardiaca più avanti nella vita.

Di Becky Upham, 11 febbraio 2020

Lo svapo aumenta le possibilità di asma e BPCO, risultati dello studio

Coloro che fumano sia sigarette elettroniche che tabacco tradizionale corrono il rischio maggiore, secondo i dati di oltre 700.000 persone.

Di Don Rauf, 15 gennaio 2020 «

L’asma eosinofila è un sottotipo di asma che può essere grave e difficile da gestire. È caratterizzato da livelli elevati di eosinofili, globuli bianchi che in genere combattono le infezioni ma possono causare infiammazioni se accumulati in eccesso.

«L’asma eosinofila è un concetto più recente sotto l’ombrello dell’asma grave», afferma Geoffrey Lowell Chupp, MD, direttore del Yale Center for Asthma and Airways Disease a New Haven, nel Connecticut. Secondo il National Heart, Lung, and Blood Institute, circa la metà delle persone con asma grave ha alti livelli di eosinofili nei polmoni e nel sangue, che possono causare infiammazione e gonfiore delle vie aeree e di altre parti del sistema respiratorio.

Gli eosinofili spesso non rispondono ai tipici trattamenti per l’asma, come i corticosteroidi inalatori. Ma sono stati sviluppati nuovi farmaci per colpire gli eosinofili e le persone con asma che hanno alti livelli di eosinofili possono beneficiare di questi trattamenti, afferma il dottor Chupp.

Quindi, se stai lottando per controllare i sintomi dell’asma nonostante segui il tuo piano di trattamento, parla con il tuo medico per fare il test per l’asma eosinofilico o l’asma elettronico. Chupp consiglia di consultare uno specialista che capisca le complessità della gestione dei pazienti con asma grave. Oltre alle nozioni di base, come prendere la tua storia medica, eseguire un esame fisico e rivedere i tuoi attuali trattamenti per l’asma, il tuo medico eseguirà uno o più test per misurare i tuoi livelli di eosinofili. A volte ci vuole qualche indagine per scoprire perché i sintomi dell’asma sono ancora incontrollati. «I medici che si prendono cura dei pazienti con asma devono usare il loro acume clinico e i test per determinare ciò che il paziente ha», afferma Chupp.

Test utilizzati per diagnosticare l’asma eosinofilico

Esistono tre test principali utilizzati per misurare il livello di eosinofili. Ecco cosa devi sapere su ciascuno.

Conta degli eosinofili nel sangue

Un esame del sangue è comunemente usato per misurare i livelli di eosinofili nel sangue. È un semplice prelievo di sangue, simile a uno screening del colesterolo o della glicemia. Tuttavia, non è necessario digiunare prima di questo esame del sangue.

Come funziona: il campione viene inviato a un laboratorio per un esame emocromocitometrico completo con un differenziale dei globuli bianchi per rivelare i livelli di eosinofili, dice Chupp. Una lettura normale del sangue mostra in genere meno di 500 eosinofili per microlitro (mcl) di sangue; una lettura superiore a 500 indica eosinofilia nel sangue (livelli elevati di eosinofili). Tuttavia, conteggi inferiori possono ancora indicare un problema. Ad esempio, se una persona ha gravi sintomi di asma nonostante il trattamento con steroidi per via inalatoria e prednisone, una conta degli eosinofili superiore a poche centinaia di cellule / mcl può essere un marker di asma eosinofila, afferma Chupp. In altre parole, non esiste un numero magico. «È solo un indicatore per aiutarci a capire se un paziente risponderà a un trattamento specifico mirato contro gli eosinofili», afferma Chupp.

Importante da sapere: sebbene questo test sia un buon indicatore del livello di eosinofili nel sangue, non conferma necessariamente la presenza di eosinofili nei polmoni.

Conta degli eosinofili nell’espettorato

Questo test misura gli eosinofili nell’espettorato, una miscela di saliva e muco espulsa dal tratto respiratorio.

Come funziona: il tuo medico ti dà un nebulizzatore con acqua salata per aiutarti a espellere un campione, dice Chupp. Quindi il campione viene testato per la presenza di eosinofili. In generale, una conta degli eosinofili nell’espettorato del 3% o più in una persona con asma grave che manifesta riacutizzazioni e sintomi persistenti nonostante l’uso di inalatori, indicherebbe asma eosinofila, dice Chupp.

Importante da sapere: questo test non è sempre pratico perché alcune persone hanno problemi a generare un campione, dice. Tuttavia, è il test più accurato per confermare una diagnosi di asma eosinofila.

Biopsia bronchiale

Questo test è più invasivo degli altri e ha meno probabilità di essere utilizzato per la diagnosi iniziale.

Come funziona: mentre si è leggermente sedati, viene inserito un mirino attraverso il naso o la bocca per raccogliere il tessuto dalle vie aeree, che viene quindi testato per gli eosinofili. Se vengono rilevati eosinofili anche se hai trattato l’asma con steroidi, potresti essere diagnosticato con asma eosinofilico.

Importante da sapere: la maggior parte delle persone con asma non avrà bisogno di questo test, ma può essere utile nei casi più gravi, afferma Chupp. «Nella nostra popolazione di pazienti di centinaia di pazienti, eseguiamo questi test forse un paio di volte all’anno», afferma. «Di solito è un caso molto grave o un caso in cui non siamo veramente sicuri se la persona ha l’asma o qualche altro tipo di malattia delle vie aeree e vogliamo assicurarci che non ci manchi nulla. «Ad esempio, una biopsia bronchiale potrebbe essere utilizzata per aiutare le persone con infezioni croniche del polmone o delle vie aeree o quelle sospettate di avere una malattia delle vie aeree come la discinesia ciliare primaria.

Il medico potrebbe anche raccomandare un test dell’ossido nitrico esalato, una TAC o altri test di funzionalità polmonare per ulteriori informazioni.

Risultati del test eosinofilo: cosa aspettarsi dopo

Se ti viene diagnosticato l’asma eosinofilico, il tuo medico potrebbe prescrivere uno dei tre trattamenti progettati per colpire gli eosinofili, dice Chupp.

© 2021 Дворец культуры "ИСТОК" Все права защищены. * Версия № 0.50